Smart City

Il progetto Fontanelle-Sambuceto offre l’occasione per riflettere sul modello di città del futuro che vogliamo perseguire.  In tal senso assume particolare rilievo il modello europeo di Smart City: ovvero una città “intelligente” che fa uso delle nuove tecnologie per ottenere il massimo dell’efficienza in termini energetici ed ambientali: maggiore competitività con minore consumo di risorse.

L’era digitale, in cui ci siamo appena affacciati, può effettivamente rappresen­tare una nuova frontiera dello sviluppo sostenibile: la digital ecology.  Se nel periodo del boom economico dell’era industriale, sull’altare dello sviluppo si sono spesso sacrificati importanti valori paesaggistici, ambientali e cultu­rali, la sensibilità nei confronti delle tematiche ecologico-ambientali che contraddistin­gue la società dell’informazione, impone scelte diverse.  L’era digitale può segnare il riavvicinamento dell’uomo all’ambiente, legato ad un uso sostenibile delle sue risorse anche grazie alle innovazioni tecnologiche.

Le certificazioni ambientali sui manufatti edilizi (es. CasaClima) o sui processi produttivi (es. EMAS) sono riconosciute ed apprezzate, ed in taluni casi riescono anche ad incidere sui valori di mercato.  La scala del quartiere o dell’intera città, invece, è stata meno esplorata dalla ricerca sulle certificazioni ambientali.  Il salto di qualità della progettazione ecosostenibile lo si potrà fare proprio con il passaggio dalla dimensione del singolo edificio alla scala del quartiere.

In una fase di rallentamento del mercato immobiliare e di saturazione della domanda, è presumibile pensare che sia proprio la qualità dei contesti urbani a orientare le scelte d’acquisto: gli spazi verdi, i luoghi di aggregazione, i servizi pubblici, le reti ciclopedonali, l’efficienza energetica, la mobilità sostenibile, i sistemi di raccolta e smaltimento dei rifiuti, la gestione delle acque, l’impiego di energie rinnovabili diffuse, le reti in fibra ottica, i servizi di telesorveglianza, la domotica, etc.   E’ la dimensione ecologico-ambientale (Ecotown) che si fonde con quella digitale (E-city) per creare un ambiente ad alto contenuto tecnologico che può offrire, come si è detto, un importante valore aggiunto in termini di sostenibilità ambientale e competitività territoriale.

Anche in questo senso il Progetto Fontanelle-Sambuceto può rappresentare una sorta di  Progetto Pilota