Questa pagina è dedicata ai suggerimenti, alle segnalazioni, ed anche alle critiche che vorrete fare al nostro lavoro.  Lo scopo è di aprire un canale di comunicazione diretto tra i cittadini e l’equipe di progetto affinché possano essere valutate tutte le ipotesi per arrivare a definire una soluzione progettuale consapevole e condivisa.

Lasciate un commento, se lo desiderate.  Non possiamo dire che ogni richiesta possa essere esaudita, ma possiamo assicurare che sarà attentamente valutata.

12 pensieri su “

  1. La soluzione migliore per me è lo “scenario 2″, in quanto rappresenta il miglior compromesso fra verde ed edificabilità.

  2. Innanzitutto vivissimi complimenti per l’iniziativa! state rendendo un grande servigio alla città e soprattutto ai suoi abitanti :)
    detto questo, penso che un problema da risolvere sia il binario singolo della ferrovia che dovrebbe essere raddoppiato fino a chieti scalo per poter sfruttare in modo efficiente la linea come un servizio di metropolitana: al momento attuale circolano troppo poco frequentemente treni per stazioni come San Marco, rendendole di fatto inutili per un servizio metropolitano

  3. Osare, fino al limite dell’impossibile. Bisogna guardare al passato solo per non ripetere gli orrori e al futuro per ridare vita, laddove sembra uno scenario spento.
    Pubblico e privato, in buona colaborazione per RIQUALIFICAZIONE URBANA, non ultima logistica di nuova generazione, dove la stazione aereoportuale deve essere l’autentica pista di lancio.
    Proviamoci fino in fondo.

  4. una prima impressione (il progetto merita un’analisi attenta e ragionata, anche per la valutazione degli scenari) riguarda la “gracilità ” della spina dorsale verde, elemento strutturale strategico (mi pare) che organizza longitudinalmente l’impianto. Appare come un esile filamento mentre andrebbe rafforzato in spessore e nella forma (per esemplificare: a pettine? a lisca di pesce? grani di rosario? o altra figurazione che ne rafforzi il ruolo). Uno schema di rete ecologica del territorio comunale avrebbe aiutato la ricerca delle connessioni biologiche…..

  5. Io opterei per lo scenario 3, altezza e meno superficie occupata a favore di spazi verdi e di aggregazione, ben illuminati e mantenuti nel tempo (evitando che possano nel tempo diventare il mercato di chi ha intenzioni cattive).

  6. Non ho ben capito le tempistiche del progetto.
    Un progetto senza una precisa tempificazione non è un progetto!
    Sarei grato a chi volesse fornire informazioni in merito

  7. buonasera. stiamo da giorni lavorando al progetto e oggi, rileggendo l’avviso pubblico, ci siamo resi conto di due probleatiche:
    1. dove deve essere inviato il cd?
    2. il termine di consegna è “lunedi” 15 marzo, che in realtà è venerdi

    • Il materiale (CD, scheda di partecipazione ed una semplice lettera di accompagnamento) dovranno essere portati presso il Settore Programmazione del Territorio del Comune di Pescara (085.4283027/398). La consegna potrà avvenire anche lunedì 18, eventualmente inviando il materiale via e.mail

Rispondi a francesco calandra Annulla risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>